U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

Cosenza – Salernitana 1 – 0

Rete: 14′ st rig. De Angelis.

Cosenza: Ravaglia, Zanini, Bertolucci (31′ st Tedeschi), Corsi, Blondett, Magli (14′ st Sperotto), Tortolano, Criaco, Cesca, De Angelis (21′ st Calderini), Sassano. All.: G. Roselli.

A disposizione: Saracco, Arrigoni, Alessandro, Mosciaro.

Salernitana: Russo, Tuia, Pezzella (35′ pt Trozzo, 44′ st Dragonetti), Giandonato, Bianchi, Penta, Grillo (19′ st Cappiello), Castiglia, Mendicino, Gabionetta, Mounard. All.: L. Menichini.

A disposizione: Ronchi, Arcaleni, De Sio, Bruno.

Arbitro: Salvatore Guarino di Caltanissetta.
Assistenti: Massimiliano Pancaldo Trifiro’ (sez. Barcellona Pozzo di Gotto) –  Valerio Vecchi (sez. Lamezia Terme).

Ammoniti: Tortolano, Corsi, Tedeschi (C), Giandonato, Gabionetta (S).
Angoli: 7 – 1
Recupero: 2′ pt, 3′ st.

COSENZA – La Salernitana conclude la sua avventura in Coppa Italia Lega Pro. Al “San Vito” i granata perdono di misura contro il Cosenza negli Ottavi di Finale e sono costretti a dire addio alla manifestazione tricolore. Primo tempo avaro di emozioni, con i due portieri che rimangono sostanzialmente inoperosi. Gli unici a provarci per il Cosenza sono Sassano (17′) e Blondett (28′), ma entrambi i tentativi dalla distanza non creano patemi a Russo. La Salernitana risponde al 37′ con una conclusione di Giandonato alta sopra la traversa. È l’ultima occasione di una prima frazione di gioco che si chiude inevitabilmente sullo 0–0. Nella ripresa le due squadre rientrano in campo con maggiore determinazione e al 5′ De Angelis ci prova con un tiro dal limite dell’area respinto a terra da Russo. Tre minuti più tardi Mendicino conclude su Ravaglia da distanza ravvicinata, sul proseguimento dell’azione Gabionetta sfiora il gol con un colpo di testa. Al 13′ una percussione in area di Tortolano viene fermata in maniera fallosa da Trozzo e per l’arbitro Guarino è calcio di rigore. Dal dischetto De Angelis spiazza Russo e porta in vantaggio il Cosenza. Nel secondo minuto di recupero Tuia spreca una ghiotta occasione per il pareggio mandando alto da posizione favorevole un calcio di punizione battuto da Giandonato. Finisce così e l’1–0 premia la formazione silana, che guadagna l’accesso ai Quarti di Finale.