U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

“Come Società sento di ringraziare questi ragazzi e tutto lo staff tecnico, perché due sono gli obiettivi che avevamo chiesto loro per questo finale di stagione: la Coppa Itala e un posto nei play-off, che fino a qualche mese fa sembrava un miraggio. In questo girone non ci sono squadre materasso che regalano qualcosa e la vittoria odierna del Prato in casa del Grosseto ne è la dimostrazione”. Con queste parole è intervenuto in conferenza stampa il Direttore Sportivo Angelo Fabiani al termine di Salernitana – Perugia.

Il dirigente granata ha provato a spiegare le cause di una classifica che, ad oggi, vede la Salernitana all’ultimo posto nella griglia play-off: “Vorrei sottolineare che sotto la gestione del sottoscritto e di mister Gregucci questa squadra ha accumulato quattro partite in più rispetto alle altre e questo influisce molto a livello psicofisico. La stanchezza, sia mentale che fisica, potrebbe essere stata alla base di qualche partita non all’altezza della situazione, anche se va sottolineato che la squadra è scesa sempre in campo per vincere. Adesso andremo a Pagani per fare la nostra partita, senza fare calcoli e con la consapevolezza che questa squadra non è seconda a nessuno, come ampiamente dimostrato in più di qualche occasione”.

Infine sul ruolo che potrà recitare la Salernitana negli spareggi promozione: “Con il nuovo regolamento le probabilità di vittoria sono equamente divise tra le due squadre che si affrontano. Chi avrà più nervi saldi, e anche maggiore esperienza, potrà avere la meglio”.