Allo stadio “Blasone” i granata superano per 5–2 i dilettanti del Foligno chiudendo nel migliore dei modi la prima fase di ritiro. Partono meglio i padroni di casa, che al 9’ approfittano di un sanguinoso retropassaggio di Lanzaro che costringe Strakosha al fallo da rigore su Candelori. Dal dischetto Di Paola spiazza il neo entrato Liverani e porta in vantaggio i suoi. Al 20’ un colpo di testa di Franco su corner di Gabionetta sorvola di poco la traversa. Al 23’ travolgente azione personale di Gabionetta, che mette a sedere un avversario e batte a rete, con la sfera che termina di poco alta. Al 31’ la Salernitana pareggia: Colombo approfitta di un errore in disimpegno della retroguardia umbra e appoggia all’indietro per l’accorrente Bovo, che scarica un destro imprendibile per Ranieri. Al 33’ un tiro a giro di Eusepi dal limite dell’area sibila il palo alla sinistra dell’estremo difensore del Foligno. Al 40’ Moro fa partire un diagonale dal vertice destro dell’area di rigore, pallone prima sul palo e poi tra le braccia di Ranieri. Al 45’ una bella girata di Eusepi deviata in corner da Ranieri chiude il primo tempo. Al 2’ della ripresa Colombo sfiora il gol sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Ma il vantaggio è solo rimandato e arriva al 4’ col secondo gol di giornata di Andrea Bovo, bravo a freddare Ranieri su perfetto assist di Gabionetta. Al 15’ la Salernitana trova il tris direttamente su un calcio d’angolo di Calil. Al 35’ Pollace colpisce con un braccio all’interno dell’area e costringe l’arbitro Batini a concedere un nuovo penalty ai padroni di casa. Dagli undici metri Fiordiani supera Strakosha e accorcia le distanze per il Foligno. Ma al 39’ Martiniello premia l’inserimento di Castiglia, abile a bucare Ranieri in uscita e a riportare a due i gol di vantaggio per i granata. Al 43’ lo stesso Martiniello pone al match il punto esclamativo con un destro sotto la traversa che fissa il risultato sul definitivo 2–5.