U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

“I ragazzi hanno dato tutto. La partita è stata in equilibrio per ottanta minuti, poi sull’episodio del gol potevamo sicuramente fare meglio. Arrivati a quel punto era evidente che solo un episodio poteva sbloccare il risultato e purtroppo ci siamo fatti trovare impreparati. Nel primo tempo siamo stati troppo bassi, ma nella ripresa abbiamo fatto meglio, perdendo metri solo nel finale. Dobbiamo accettare il verdetto del campo, ma ringrazio questi ragazzi per i sacrifici e il grande attaccamento dimostrato in questi mesi”. Così il tecnico Angelo Gregucci è intervenuto in conferenza stampa nel post-partita di Frosinone – Salernitana.

 

“Non è stata una bella partita, entrambe le squadre hanno giocato in maniera contratta. Dovevamo avere più lucidità nelle ripartenze, ma purtroppo andava considerata anche l’ipotesi di un’eventuale prosecuzione ai supplementari. Abbiamo concesso un po’ troppo campo sulle palle lunghe, ma aggiungerei che se la Salernitana non è stata pericolosa, anche il Frosinone non è stato da meno. Nel complesso ha meritato la qualificazione in semifinale, ma la mia squadra è uscita dal campo a testa alta”.

 

“C’è amarezza” – ha concluso Gregucci – “anche per i tanti tifosi che ci hanno seguito. Faccio comunque i complimenti ai miei ragazzi perché nel complesso hanno disputato una buona partita”.