U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

 

“Abbiamo perso la vittoria sul filo di lana. Stavolta l’episodio decisivo non ci è stato favorevole ma io sottolineerei la prova della squadra, che è venuta sul campo della capolista a giocarsela a viso aperta. È un peccato non aver portato a casa i tre punti, ma rimane la prestazione, anche se già da stasera dobbiamo archiviarla e pensare alla prossima con il Pisa”. Questo il commento di Angelo Gregucci in conferenza stampa al termine di Frosinone – Salernitana.

 

“Nel primo tempo abbiamo avuto più di qualche occasione per portarci sul 2-0 che forse avrebbe raccontato un’altra gara, ma va bene così. Prendere gol nei secondi finali fa parte del gioco, bisogna essere determinati e lucidi affinché questo non avvenga. Faccio i complimenti ai miei giocatori perché hanno fatto la gara che io volevo. Si può sempre migliorare ma questa è la strada giusta da percorrere”.

 

“Sul campo” – ha concluso il mister – “non si sono visti i 17 punti che ci separano in classifica dalla capolista, ma conosco bene il calcio e certi risultati non mi sorprendono. So perfettamente che bisognerà lottare fino all’ultimo minuto dell’ultima partita. La squadra sta crescendo e il fatto di avere altri scontri contro squadre che ci precedono in graduatoria può darci la possibilità di recuperare terreno per giungere all’obiettivo prioritario che è il raggiungimento dei play-off. Una volta conquistati, partite come quelle di oggi dovranno servirci come esperienza. Adesso dobbiamo rialzare la testa, consapevoli delle nostre possibilità e della nostra forza”.