“La gara è stata inevitabilmente condizionata dall’episodio iniziale del calcio di rigore. Purtroppo nelle ultime partite abbiamo sbagliato troppo spesso l’approccio. Non è possibile subire così tante volte gol nei primi dieci minuti perché poi siamo costretti a cambiare il piano partita. Mi sono arrabbiato molto per il gol subito a inizio ripresa perché nel primo tempo c’era stata una grande reazione, mentre nella ripresa sapevo che avremmo potuto pagare la stanchezza. Commettiamo troppi errori, dobbiamo essere più lucidi mentalmente”. Queste le parole del tecnico Angelo Gregucci nel post-partita di Salernitana – Carpi.

“Davanti a imprese sportive io non mi arrendo mai. Il destino lo dobbiamo determinare noi, non dobbiamo pensare agli altri. Per raggiungere la salvezza bisogna vincere una gara delle tre che restano, dopodiché si potranno fare valutazioni sul futuro. Adesso dobbiamo recuperare lucidità mentale. Sto cercando di salvare la Salernitana, ma per farlo occorre avere un atteggiamento diverso”.