Formare i giovani calciatori nel contrasto al match fixing, un pericolo che può uccidere il calcio e la passione di milioni di tifosi. Questo l’obiettivo dell’incontro tenuto oggi allo Stadio “Arechi” dove ha fatto tappa l’Integrity Tour, progetto promosso da Lega B insieme ad AIC.

Il legale della Lega B Gabriele Nicolella e Pier Paolo Marino, Ufficio Giudice Sportivo Lega B, hanno incontrato i calciatori e lo staff delle formazioni Primavera e Under 17 con l’obiettivo di formare i ragazzi sui temi dell’integrità e della lotta alla corruzione nel calcio, con particolare riferimento alle scommesse sportive.