U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

“Siamo pronti. L’entusiasmo che si respira è molto stimolante ed è anche per questo che ho accettato di venire a Salerno. Qui c’è una tifoseria importante e il mio intento era proprio quello di poter vivere queste emozioni. Sarà un’avventura difficile e sarà importante partire bene. Da parte mia ci sarà tutto l’impegno possibile per cercare di fare il meglio”. Così il tecnico Leonardo Menichini è intervenuto in conferenza stampa nella Sala Pier Luigi Nervi del Seci Center alla vigilia del match d’esordio Salernitana – Nuova Cosenza.

“Siamo consapevoli di essere obbligati a far bene – ha continuato il mister – ma alla fine vincerà una sola. Ecco perché sappiamo che ci aspetta un campionato difficile e molto competitivo, in cui ogni domenica dovremo lottare per riuscire ad avere la meglio sui nostri avversari”.

Sulle scelte di formazione: “Sto parlando con i diretti interessati per capire chi può stare meglio dal punto di vista atletico. Globalmente la squadra sta bene a livello fisico, ma è chiaro che all’inizio della stagione la condizione non può essere al top. Farò tutte le valutazioni del caso e mi regolerò di conseguenza”.

Sull’avversario: “Il Cosenza è una squadra giovane ma ha anche giocatori di categoria. Per vincere ci vuole una grande prestazione e soprattutto l’apporto del nostro pubblico che, siamo certi, farà la sua parte”.

U.S. Salernitana 1919 - Photo IanualeIdee chiare sugli sviluppi degli ultimi giorni di calciomercato: “A me piacciono giocatori che sanno giocare a calcio. Fino all’ultimo il mercato può riservare sorprese. La Società sa che a questa squadra manca ancora qualcosa per essere completa e vedremo di qui ai prossimi giorni quello che potrà accadere. Dobbiamo essere protagonisti di questo campionato e per farlo c’è bisogno di una squadra all’altezza perché la lotta sarà molto dura”.

Sul modulo: “In questo momento sono convinto che il 4-3-3 sia lo schema più congeniale a questa squadra. Il campo però sarà il giudice supremo e se non dovesse darmi le soluzioni che mi attendo non è detto che non si possano apportare degli accorgimenti”.

Infine un commento sul nuovo manto erboso dell'”Arechi”: “Semplicemente meraviglioso”.