U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

“Il derby di domani nasconde numerose insidie. Ci troveremo di fronte un avversario in salute, che da quando ha cambiato tecnico ha trovato equilibrio, entusiasmo e risultati. Dal canto nostro in settimana abbiamo lavorato molto bene ma sappiamo anche che in partite come queste è necessaria tanta pazienza nel manovrare e nel cercare di creare situazioni che possano tornarci favorevoli”. Così il tecnico Leonardo Menichini ha presentato la gara in programma domani tra Salernitana e Paganese.

 

“Le condizioni atletiche della squadra sono ottime, c’è morale, fiducia ed entusiasmo” – ha proseguito il tecnico granata – “Questo è un gruppo che ha dimostrato in più occasioni di essere unito e coeso. Per domani abbiamo due giocatori squalificati, qualcun altro in cerca della forma migliore e inevitabilmente dovrò tenerne conto nella scelta dell’atteggiamento da mettere in campo. Come sempre in settimana proviamo più soluzioni e mi riservo fino all’ultimo di scegliere”.

 

Sugli aspetti da migliorare dopo il successo di Reggio Calabria: “C’è sempre da crescere e da migliorare in tutte le situazioni: dal possesso palla alle conclusioni in porta o all’ultimo passaggio. Inoltre dobbiamo imparare a difendere meglio tutti insieme in quanto anche una leggerezza potrebbe costarci cara”.

 

U.S. Salernitana 1919 - Photo IanualeSull’undici che andrà in campo domani: “Ho ancora qualche dubbio da sciogliere ma, al di là di chi andrà in campo, ho chiesto ai ragazzi una prestazione importante. Che si parta titolari o dalla panchina è necessario sapere che dare il massimo in questa categoria, dove regna un grandissimo equilibrio, è l’unico modo per vincere le partite”.

 

Dopo il brutto infortunio di Matera in settimana è tornato ad allenarsi anche Ettore Mendicino: “Ci ha fatto enormemente piacere riavere Ettore con noi: ha ripreso subito ad allenarsi con grande intensità, domani assisterà alla partita all'”Arechi” e da lunedì tornerà in gruppo”.

 

Infine il tecnico ha concluso: “La Paganese è un collettivo importante che fuori casa ha subìto solo quattro gol con ottimi giocatori che possono fare la differenza: da Caccavallo a De Liguori, da Girardi a Herrera, un giovane molto interessante. E’ una squadra che sta vivendo un momento positivo sia da un punto di visita fisico che di entusiasmo, e doveremo fare del nostro meglio per cercare di ottenere il massimo”.