U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

“In questo rush finale dobbiamo pensare a giocare una partita per volta cercando di ottenere il massimo sempre. Da qui alla fine saranno tutte delle finalissime e dovremo essere bravi a cercare di tirare fuori il meglio da ogni partita”. Queste le parole di Leonardo Menichini alla vigilia di Salernitana – Lupa Roma.

 

“In un finale di campionato i rischi e i pericoli sono sempre dietro l’angolo” – ha proseguito il tecnico granata – “Troveremo avversari che lottano per i play-off, per la salvezza o semplicemente per mettersi in mostra contro una squadra come la Salernitana. Tutte avranno delle motivazioni importanti e questo e ci deve far raddoppiare la concentrazione e il nostro furore agonistico per raggiungere l’obiettivo che ci siamo prefissi”.

 

“Domani mi aspetto una partita in cui  l’avversario cercherà di chiudersi e di ripartire ad ogni occasione utile. Dobbiamo mantenere ritmi alti e le distanze giuste senza concedere spazi agli attaccanti avversari. In queste ore sto riflettendo sia sull’atteggiamento tattico sia sull’inserimento di qualche giocatore a discapito qualcun altro”.

 

U.S. Salernitana 1919 - Photo IanualeSulle condizioni dei granata alla vigilia di queste cinque gare finali Menichini ha aggiunto: “La squadra sta bene. I ragazzi sono motivati e concentrati, un gruppo di professionisti validi che sanno quello che si stanno giocando. Sono sicuro che sia chi andrà in campo sia chi subentrerà darà il meglio per dare soddisfazioni alla Proprietà e alla tifoseria”.

 

Sulla squadra allenata da Cucciari: “La Lupa Roma gioca un buon calcio, è un buon gruppo con individualità interessanti. Una squadra equilibrata che sta facendo un ottimo campionato e che ha creato delle difficoltà un po’ a tutti. La loro spensieratezza e la loro leggerezza mentale potrebbe fargli disputare una buona gara”.

 

In settimana la visita della Proprietà: “Il Presidente ci ha esortato a tenere alta la concentrazione sottolineando che non abbiamo ancora vinto niente. Abbiamo un vantaggio in classifica ma con quindici punti a disposizione tutto può succedere. Dobbiamo restare attenti e concentrati fino a che la classifica non dirà altro”.

 

In conclusione il tecnico granata si è espresso sulla contemporaneità di orario nelle cinque giornate finali: “Sono d’accordo perché in questo modo nessuno potrà fare calcoli. Non ci devono essere vantaggi per nessuno e sono dell’idea che tutti dovremmo giocare alla stessa ora”.