U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

“Salernitana e Benevento sono due squadre che nell’ultimo periodo stanno ottenendo ottimi risultati. La classifica dice che il Benevento è due punti avanti, ma noi abbiamo le nostre carte da poterci giocare. Psicologicamente arriviamo entrambe allo stesso modo. Noi, però, giochiamo davanti al nostro pubblico, che come sempre non ci farà mancare il proprio incitamento”. Con queste parole il tecnico Leonardo Menichini ha esordito nella conferenza stampa tenutasi questa mattina al Seci Center alla vigilia del big match Salernitana – Benevento.

Sull’importanza del match di domani: “Dobbiamo andare in campo pensando solo a far bene, senza caricare eccessivamente la partita, pur consapevoli che quella di domani è una tappa importante del nostro cammino, ma poi ci attenderanno altre dieci gare con tantissime insidie”.

Sull’atteggiamento con cui i granata scenderanno in campo dinanzi a un pubblico delle grandi occasioni: “Vogliamo essere propositivi. I tifosi ci daranno sicuramente una mano, ma da parte nostra saranno fondamentali testa e gambe. Dovremo essere in grado di leggere bene la partita, sapendo quando avere la palla, quando poter affondare e anche quando dover soffrire. Faremo di tutto per vincere e alla fine prenderemo il verdetto del campo”.

Sulla formazione, il mister ha evidenziato: “Mi avrebbe fatto sicuramente piacere contare su tutto il gruppo, ma io sono sempre abituato a ragionare sui presenti. Valuterò fino all’ultimo quelle che potranno essere le scelte migliori per il match di domani”.

Infine sul Benevento: “È una squadra solida, ha un ottimo collettivo nel quale ci sono grandi individualità che possono creare grattacapi a chiunque. I calciatori giocano insieme da molto tempo e questo ha fatto sì che partisse con una buona amalgama sin dall’inizio della stagione. Rispetto a noi, forse loro hanno un po’ la pressione di dover vincere a tutti i costi questo campionato, avendo fallito diverse occasioni negli ultimi anni. Noi vogliamo provarci fino alla fine e per farlo ci vorrà una prestazione sopra le righe. Al d là l risultato finale, l’augurio è che possa vincere soprattutto lo sport”.