U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

“Sono molto contento di essere ripartito in una nuova avventura molto difficile ma che spero possa regalare grandi soddisfazioni a noi e a tutta la gente di Salerno. In questa fase c’è voglia di conoscersi, di capirsi e di cercare di formare un gruppo per poter preparare qualcosa di importante”. Queste le parole di Manolo Pestrin al termine della seduta di allenamento mattutina nel ritiro di San Vito di Cadore.

 

“Stiamo lavorando tanto ma la fatica è giusto che ci sia adesso. Il modulo è lo stesso dello scorso anno ma ogni allenatore ha il proprio modo di interpretarlo. E’ prematuro dire quello che chiederà Somma. Ci sarà tutto il tempo per approfondire i dettami del mister e per conoscersi meglio”.

 

U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale“Non ho mai pensato alla fascia di capitano” – ha aggiunto Pestrin – “A qualunque giocatore farebbe piacere ma non è questo il mio pensiero principale. Voglio fare qualcosa di importante, lottare per le posizioni di vertice. Con Castiglia c’è un’ottima intesa ma abbiamo tanti giocatori importanti. In questo momento c’è una rosa abbastanza definita composta da calciatori dall’anno scorso a cui se ne sono aggiunti altri di spessore e di qualità. Nappo sta lavorando bene, è un ragazzo serio che si mette a disposizione e spero che possa togliersi grandi soddisfazioni in futuro”.

 

Il mediano granata ha quindi concluso: “Gabionetta è uno di quei giocatori che in altre categorie si è distinto sia a livello di realizzazioni che di giocate e credo possa rappresentare un valore aggiunto in questa Salernitana. Ci prepariamo per affrontare il campionato al meglio, a prescindere dal girone nel quale sarà inserita la Salernitana. Il nostro modo di lavorare e di affrontare le partite dovrà essere sempre lo stesso, cercando di fare il massimo per andare il più alto possibile in classifica”.