“Anche se il nostro è un campionato in cui non c’è competizione, vigendo il solo principio di “fair play”, sono molto contento della stagione disputata fino a questo momento dai miei ragazzi. Sui complessivi 45 tempi giocati nell’arco del campionato ne abbiamo persi solamente cinque, segnando 47 gol e subendone 15: numeri più che ottimi valorizzati dal fatto che sono stati ottenuti al primo anno di lavoro in questa categoria”. Con queste parole il tecnico degli Esordienti Vincenzo Rispoli esprime la propria soddisfazione per la stagione dei suoi granatini, impegnati nel Girone B del campionato provinciale.

 

Il mister traccia un bilancio del rendimento fin qui messo in luce dai “babies” granata: “Il nostro è un girone di un certo spessore qualitativo, in cui militano scuole calcio importanti del panorama provinciale salernitano. Ciononostante siamo riusciti a dire la nostra e in una virtuale classifica occuperemmo sicuramente posizioni di vertice. Inoltre proprio la scorsa settimana abbiamo trionfato nel torneo “Catello Mari”, una competizione molto prestigiosa a livello giovanile che ci ha permesso di confrontarci anche con società blasonate. Dall’inizio del campionato c’è stata una crescita progressiva di questi ragazzi, frutto del grande lavoro portato avanti da tutto lo staff. L’intento è dare continuità all’operato di quest’anno e concedere a molti di loro la possibilità di giocare, l’anno prossimo, in un campionato regionale”.

 

Rispoli esalta le qualità dei suoi ragazzi e spiega quali sono i metodi di lavoro adottati con i giovani calciatori: ”In questa squadra ci sono elementi dalle prospettive molto interessanti. Nella nostra categoria si interviene soprattutto nell’ambito motorio-coordinativo, dopodiché si lavora sull’aspetto calcistico, curando nell’ordine il gesto tecnico, la tattica individuale e quella collettiva. Anche le figure dello psicologo e del nutrizionista sono fondamentali per la crescita dei ragazzi perché, in un’età così giovane, è molto importante curare l’aspetto fisico e quello psicologico, sia a livello familiare che a livello sociale”.

 

La gara di domenica a Roccadaspide chiuderà in anticipo il campionato della Salernitana, in virtù del turno di riposo che i granatini osserveranno all’ultima giornata. Queste, infine, le aspettative di Rispoli per un finale di stagione ricco di appuntamenti: “Anche se quando si scende in campo lo spirito deve essere sempre quello di vincere, non abbiamo mai pressato i ragazzi dal punto di vista dei risultati. Il principale obiettivo è sempre stato la crescita, sia umana che calcistica, dei giovani calciatori. La nostra stagione non finirà certo questa settimana, anzi sfrutteremo i prossimi mesi per raccogliere i frutti del lavoro svolto durante l’anno. Domenica affronteremo l’ultimo impegno di campionato, dopodiché ci concentreremo su alcuni tornei che disputeremo a giugno e nei quali speriamo di conquistare qualche altro importante risultato che farebbe sicuramente bene all’aspetto motivazionale dei ragazzi”.