U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

Salernitana – Juve Stabia 3 – 2

Reti: 23′ pt Migliorini (JS), 1′ st, 17′ st rig. Calil (S), 8′ st Nicastro (JS), 31′ st Gabionetta (S).

Salernitana: Gori, Tuia, Franco, Pestrin, Lanzaro, Bianchi, Colombo, Favasuli, Calil, Nalini (28′ st Giandonato), Bovo (19′ st Gabionetta). All.: L. Menichini.

A disposizione: Russo, Trevisan, Mounard, Castiglia, Mendicino.

Juve Stabia: Pisseri, Romeo, Contessa, La Camera, Polak, Migliorini, Nicastro (22′ st Vella), Jidayi (34′ st Caserta), Di Carmine, Bombagi, Lepiller (1′ st Gomez). All.: G. Pancaro.

A disposizione: Fiory, Cancellotti, Liotti, Ripa.

Arbitro: Marco Serra di Torino.
Assistenti: Giovanni Baccini (sez. Conegliano) – Mauro Galetto (sez. Rovigo).

Ammoniti: Tuia (S), Polak, Migliorini, Pisseri, Contessa (JS).
Angoli: 4 – 5
Recupero: 1′ pt, 4′ st.
Spettatori: 10025

Vittoria in rimonta per la Salernitana. All”Arechi’ i granata vincono 3–2 il derby con la Juve Stabia dopo essere andati sotto per ben due volte. La prima occasione è per gli ospiti e la costruisce Lepiller direttamente su calcio di punizione, Gori blocca senza problemi. La Salernitana risponde tre minuti più tardi con una bella azione che manda al tiro Bovo, ma la conclusione del centrocampista granata è troppo debole per impensierire Pisseri. Gioca meglio la Juve Stabia e al 23′ passa in vantaggio al termine di una splendida azione corale: Bombagi e Lepiller dialogano bene sulla trequarti, la sfera arriva al centro dell’area a Migliorini che appoggia in rete lo 0–1. Gli ospiti provano a legittimare il vantaggio costruendo altre due palle gol con Di Carmine: al 32′ la mira dell’attaccante stabiese è fuori misura, al 35′ Gori è bravissimo a respingere il colpo di testa da distanza ravvicinata. Al 41′ la Salernitana prova a reagire con un sinistro al volo di Favasuli deviato in angolo da Pisseri. Al 45′ Calil spara centralmente un calcio di punizione dal limite che mette fine al primo tempo. Nella ripresa i granata rientrano in campo con un piglio diverso e dopo cinquanta secondi trovano il gol del pareggio con Calil, che ribadisce in rete dopo aver colpito di testa la traversa. Ma il pari dura pochi minuti perché all’8′ le vespe si portano di nuovo avanti con Nicastro al termine di un batti e ribatti su azione d’angolo. Al 15′ Pisseri atterra in area Nalini e per l’arbitro Serra è calcio di rigore. Dal dischetto Calil trafigge per la seconda volta Pisseri, siglando la doppietta personale che vale il nuovo pareggio granata. La Salernitana non si accontenta e al 31′ completa il clamoroso sorpasso con un colpo di testa del neo entrato Gabionetta sugli sviluppi di un corner. La Juve Stabia ci prova con tiri dalla distanza di Caserta e Bombagi, ma resta il 3–2. Per la Salernitana si tratta della sesta vittoria consecutiva che consolida il primo posto in classifica della squadra granata.