U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

Salernitana – Messina 1 – 0
Rete: 36′ pt Bovo.

Salernitana: Gori, Bianchi, Franco, Pestrin, Lanzaro, Tuia, Colombo, Favasuli, Calil, Gabionetta (30′ st Mendicino), Bovo (44′ st Volpe). All.: L. Menichini.

A disposizione: Russo, Grillo, Pezzella, Giandonato, Cappiello.

Messina: Iuliano, Cane, Silvestri, Bucolo, Pepe E. (20′ st Benvenga), Stefani, Orlando, Damonte, Corona (28′ st Bjelanovic), Pepe V. (34′ st Izzillo), Donnarumma. All.: G. Grassadonia.

A disposizione: Lagomarsini, Bortoli, Bonanno, Altobello.

Arbitro: Alessandro Prontera di Bologna.
Assistenti: Antonio Donvito (sez. Monza) – Lauro Margini (sez. Reggio Emilia).

Ammoniti: Bianchi, Pestrin, Colombo (S), Corona, Benvenga, Bucolo (M).
Angoli: 2 – 3
Recupero: 3′ pt, 3′ st.
Spettatori: 10240

La Salernitana torna alla vittoria. All”Arechi’ i granata superano di misura il Messina grazie a un gol messo a segno nel primo tempo da Bovo. Passano 15 secondi e Gabionetta scaglia il primo tiro in porta per i granata, ma Iuliano è attento e non si fa sorprendere. Il Messina risponde con una sventola di Enrico Pepe su calcio di punizione, con la sfera che si spegne di poco alta sulla traversa. Al 23′ il tentativo di Franco è sporcato sul palo da un difensore avversario. Al 29′ la Salernitana costruisce la più ghiotta palla gol sull’asse Colombo-Bovo-Calil, ma quest’ultimo spreca malamente a due passi dalla linea di porta. Il gol è nell’aria e arriva al 36′: Bovo prende palla sulla trequarti e fa partire un bolide che s’insacca nell’angolo alla sinistra di Iuliano e chiude il primo tempo sull’1–0. Al 3′ della ripresa Iuliano blocca un diagonale dalla sinistra di Gabionetta. Buona occasione per la il Messina al 14′, ma Corona manda alto da posizione favorevole. Al 24′ Favasuli prova un tiro a giro dal limite dell’area, pallone di poco alto. Al 35′ Calil sciupa un’altra grande occasione mandando sul fondo a tu per tu con Iuliano. Al 42′ Gori salva su Orlando lanciato a rete. Finisce 1–0. La Salernitana riscatta così la sconfitta di Barletta e chiude il 2014 da capolista.