U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

Salernitana – Nuova Cosenza 1 – 1

Reti: 6′ pt rig. Gabionetta (S), 18′ pt Magli (NC).

Salernitana: Gori, Colombo, Giacomini, Petrin, Tuia, Trevisan, Volpe, Castiglia (41′ st Giandonato), Mendicino (16′ st Calil), Gabionetta (34′ st Ginestra), Nalini. All.: L. Menichini.

A disposizione: Russo, Bianchi, Lanzaro, Mounard.

Nuova Cosenza: Ravaglia, Ciancio, Sperotto, Corsi, Blondett, Magli, Criaco, Sassano (34′ st Mosciaro), Cori (26′ st Tedeschi), Calderini (50′ st Bertolucci), Alessandro. All.: R. Cappellacci.

A disposizione: Saracco, Zanini, Fornito, Tortolano.

Arbitro: Marco Mainardi di Bergamo.
Assistenti: Andrea Cordeschi (sez. Isernia) – Stefano Cordeschi (sez. Isernia)

Ammoniti: Colombo, Volpe (S), Sperotto, Ciancio, Criaco, Calderini, Ravaglia (NC).
Espulso: 24′ st Ciancio (NC).
Angoli: 5 – 3
Recupero: 5′ st.
Spettatori: 9575

Comincia con un pareggio la nuova stagione della Salernitana. Sul nuovissimo manto erboso dello Stadio “Arechi” i granata impattano sull’1–1 contro il Cosenza. Prima occasione per i granata al 3′, con Mendicino, che lanciato in profondità a Castiglia, non inquadra lo specchio della porta e manda alto sopra la traversa. Al 5′ Gabionetta va via in percussione sulla sinistra e viene messo giù in area da Sperotto: per l’arbitro Mainardi è calcio di rigore. Dal dischetto va lo stesso Gabionetta, che spiazza Ravaglia e porta in vantaggio i suoi. Al 16′ Mendicino fa da sponda per Castiglia il cui sinistro si spegne sul fondo. Al 18′ il Cosenza pareggia: Magli raccoglie un cross dalla sinistra di Sperotto e schiaccia di testa, Gori tocca ma non riesce a impedire alla sfera di infilarsi in rete. Un minuto più tardi gli ospiti sfiorano il sorpasso con un tiro a giro di Calderini fuori di poco. Al 28′ la Salernitana prova ad alleggerire la pressione avversaria con una staffilata dalla distanza di Colombo che termina alta. Al 41′ Nalini batte a rete da distanza ravvicinata, Ravaglia respinge. Si va al riposo sul punteggio di 1–1. Al 2′ della ripresa Tuia incorna centralmente un calcio di punizione dalla trequarti di Volpe, Ravaglia blocca senza problemi. Al 25′ azione fotocopia per i granata, ma stavolta lo stacco aereo di Tuia finisce alto. La Salernitana prova ad approfittare della superiorità numerica (espulso al 24′ Ciancio per doppia ammonizione) ma non riesce a creare seri pericoli dalle parti di Ravaglia. Finisce 1–1.