U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

Salernitana – Paganese 1 – 0
Rete: 43′ pt Calil.

Salernitana: Gori, Colombo, Franco, Pestrin, Lanzaro, Trevisan, Nalini, Bovo, Calil, Negro (9′ st Gabionetta), Giandonato (18′ st Bianchi). All.: L. Menichini.

A disposizione: Russo, Pezzella, Castiglia, Volpe, Grillo.

Paganese: Marruocco, Tartaglia, Armenise, De Liguori, Schiavino, Moracci, Calamai (1′ st Bernardo), Baccolo, Girardi (33′ st Malcore), Caccavallo, Herrera (44′ st Bussi). All.: A. Sottil.

A disposizione: Novelli, Djibo, Paterni, Maaroufi.

Arbitro: Antonio Di Martino di Teramo.
Assistenti: Daniele Stazi (sez. Ciampino) – Francesco Barbetta (sez. Albano Laziale).

Ammoniti: Pestrin, Gabionetta (S), Moracci, Marruocco, Bernardo (P).
Angoli: 5 – 4
Recupero: 1′ pt, 5′ st.
Spettatori: 7948

Quarta vittoria consecutiva per la Salernitana. All”Arechi’ i granata vincono di misura il derby con la Paganese grazie a un gol di Caetano Calil, all’ottavo centro stagionale. Prima occasione per la Salernitana al 12′ con una staffilata di Calil dal limite dell’area che si spegne di poco alta sopra la traversa. Al 19′ un sinistro d Franco non crea particolari problemi a Marruocco. La Paganese risponde al 24′ con Baccolo che serve in area Herrera, il cui diagonale sibila il palo alla sinistra di Gori. Sei minuti più tardi lo stesso Herrera guadagna il fondo e fa partire un cross basso per l’accorrente Caccavallo, che di prima intenzione batte a rete trovando il pronto intervento di Gori. Al 43′ Calil approfitta di un clamoroso errore in fase di disimpegno di Schiavino e, a tu per tu con Marruocco, supera l’estremo difensore azzurrostellato con un delizioso pallonetto che porta in vantaggio la Salernitana e mette fine al primo tempo. Al 19′ della ripresa Herrera prova a sorprendere Gori dalla distanza, pallone di poco sul fondo. Al 23′ Lanzaro ha la chance per chiudere il match, ma spara alto da posizione favorevole. Al 38′ è la Paganese ad andare vicinissima al gol, con Schiavino che, a pochi metri dalla porta, manda alto un calcio di punizione dalla trequarti di Herrera. Ma dopo cinque minuti di recupero i granata festeggiano la vittoria e la ritrovata vetta della classifica in attesa del risultato del Benevento.