U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

Salernitana – Teramo 3 – 1
Reti: 1′ pt Gabionetta (S), 41′ pt Fiore (T), 3′ st Cristea, 18′ st Lanzaro (S).

Salernitana: Russo, Grillo (13′ st Bianchi), Franco, Pestrin, Lanzaro, Bocchetti, Bovo, Favasuli, Calil, Gabionetta (34′ st Perrulli), Cristea (45′ st Cappiello). All.: L. Menichini.

A disposizione: Gori, Penta, Tagliavacche, Dragonetti.

Teramo: Narduzzo, Brugaletta (34′ st Di Paolantonio), Perrotta, Cenciarelli (21′ st Petrella), Diakité, Speranza, Fiore, Amadio, Donnarumma, Lapadula, Masullo (13′ st Di Matteo). All.: V. Vivarini.

A disposizione: Tonti, Caidi, Scipioni, Bucchi.

Arbitro: Alessandro Caso di Verona.
Assistenti: Pierluigi Della Vecchia (sez. Avellino) – Marco Scatragli (sez. Arezzo).

Ammoniti: Bocchetti (S), Amadio (T).

Angoli: 4 – 5

Recupero: 4′ st.

Spettatori: 1785

Nota: 36′ pt Narduzzo (T) respinge rigore di Calil (S).

La Salernitana chiude in bellezza questa straordinaria stagione. All'”Arechi” i granata superano per 3–1 il Teramo nella seconda partita del mini torneo valevole per la Supercoppa di Lega Pro. Pronti, via e Salernitana già in vantaggio. Sono passati 23” quando Gabionetta buca la retroguardia Abruzzese e infila Narduzzo con un preciso diagonale. Il Teramo risponde al 4′ con un tiro di Fiore deviato in corner da Russo. Al 13′ Calil va al tiro dal limite dell’area, con la sfera che termina di poco a lato alla destra di Narduzzo. Tra il 18′ e il 23′ Lapadula ci prova direttamente su calcio di punizione, ma prima Russo, poi una mira da rivedere gli negano la gioia del gol. Al 35′ Masullo aggancia Gabionetta in area e per l’arbitro Caso è calcio di rigore. Cali, però, commette il primo errore stagionale dagli undici metri e si fa ipnotizzare da Narduzzo, poi sulla respinta dell’estremo difensore teramano manca clamorosamente il tap-in vincente. Gol mancato, gol subito, con Fiore che al 41′ indovina un rasoterra dal limite che beffa Russo per l’1–1 che chiude il primo tempo. Ma dopo tre minuti dall’inizio della ripresa Bovo innesca perfettamente Cristea, autore di un tiro sporco che rotola lentamente in rete per il nuovo vantaggio granata. Al 16′ Donnarumma tenta il jolly dalla distanza, pallone di poco alto. Al 17′ Narduzzo mette in angolo un diagonale di Calil. Sul corner battuto da Favasuli Lanzaro svetta di testa e sigla il primo gol il questa stagione. Al 21′ la Salernitana sfiora anche il poker con una splendida ripartenza orchestrata da Gabionetta, che libera al centro dell’area Bovo, il cui pallonetto a scavalcare Narduzzo centra in pieno la traversa. Finisce 3–1, con i granata che attenderanno l’esito di Teramo–Novara, decisiva per l’assegnazione della Supercoppa.