U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

“L’approccio alla partita non è stato dei peggiori, ma aver preso due gol in così poco tempo ci ha un po’ tagliato le gambe. Venivamo da risultati pesanti e nel primo tempo eravamo un po’ bloccati dal punto di vista psicologico. Nella ripresa siamo tornati in campo con la mente più sgombra e questo ci ha consentito di mettere in difficoltà il Chievo. Abbiamo avuto una grande reazione e meritavamo sicuramente qualcosa in più. Avevamo di fronte un avversario importante e nel complesso sono contento della prestazione della squadra”. Queste le parole del tecnico Marco Savini al termine di Chievo Verona – Salernitana.

Infine un bilancio sulla stagione appena conclusa: “Sin dall’inizio sapevamo che questo sarebbe stato un campionato molto difficile. La nostra è una squadra giovane che mancava da cinque anni da questa competizione. Abbiamo incontrato molte squadre già pronte per i professionisti e questo ha fatto sicuramente bene alla crescita dei nostri ragazzi, molti dei quali provenivano dalla categoria Berretti. Dispiace per la classifica, ma possiamo ritenerci soddisfatti del percorso di crescita intrapreso da questa squadra”.