U.S. Salernitana 1919 - Photo Ianuale

Spezia – Salernitana 3 – 1

Reti: 19′ st Coda (SA), 22′ st Vignali, 32′ st rig. Calaiò, 43′ st Sciaudone (SP).

Spezia: Chichizola, De Col, Postigo, Calaiò, Errasti, Migliore, Situm, Terzi, Piccolo (36′ st Kvrzic), Vignali (41′ st Misic), Canadija (27′ st Sciaudone). All.: D. Di Carlo.

A disposizione: Sluga, Valentini, Acampora, Anderson, Tamas, Pulzetti.

Salernitana: Terracciano, Franco, Moro (16′ st Odjer), Coda, Gabionetta, Empereur, Ronaldo (42′ st Bovo), Ceccarelli, Zito (34′ st Donnarumma), Bernardini, Ikonomidis. All.: V. Torrente.

A disposizione: Strakosha, Pestrin, Bagadur, Rossi.

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo.
Assistenti: Daniele Bindoni (sez. Venezia) – Pietro Dei Giudici (sez. Latina).
IV uomo: Daniele Minelli (sez. Varese).

Ammoniti: Vignali, Errasti, Situm (SP), Franco, Gabionetta (SA).

Espulso: 14′ st Gabionetta (SA).

Angoli: 4 – 3

Recupero: 5′ st.

LA SPEZIA – Sconfitta esterna per la Salernitana. Al “Picco” i granata vanno in vantaggio con Coda, ma subiscono il ritorno dello Spezia che infligge all’undici di mister Torrente un pesante 3–1. Partono forte i padroni di casa, che al 4′ vanno al tiro con Situm ma Terracciano non si fa sorprendere. L’estremo difensore granata si supera al 14′, quando vola a deviare un destro di Errasti destinata all’angolino. La Salernitana si fa vedere al 16′ con un calcio di punizione dai trenta metri di Zito che non crea problemi a Chichizola. Insiste lo Spezia, che sul finire del primo tempo va per ben tre volte alla conclusione con Calaiò, Canadja e Situm, ma la prima frazione di gioco si chiude sullo 0–0. Dopo 14 minuti della ripresa la Salernitana rimane in dieci per il secondo giallo rimediato da Gabionetta, ma al 19′ i granata passano sorprendentemente in vantaggio: su calcio d’angolo di Ronaldo svetta più in alto di tutti Coda, che trafigge Chichizola sul primo palo. Lo 0–1, però, dura soltanto tre minuti perché al 22′ Vignali appoggia comodamente in rete il pareggio ligure su perfetto assist di Piccolo. Al 31′ Zito atterra in area lo stesso Vignali e per l’arbitro Abisso è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Calaiò, che batte Terracciano e firma il sorpasso dello Spezia. Nel finale l’ex Sciaudone chiude i conti con un sinistro dal limite che beffa Terracciano per il 3–1 finale.