“Nella prima mezz’ora abbiamo praticamente dominato, cercando di proporre un calcio propositivo. In parità numerica eravamo padroni assoluti del campo, quindi posso dirmi assolutamente soddisfatto del primo tempo. Nella ripresa invece abbiamo fatto male. Accetto il pareggio per come è andata la partita, ma c’è l’amaro in bocca per aver preso gol all’ultimo minuto. Nella prima metà di gara abbiamo dimostrato di poter fare un certo tipo di calcio, nella seconda frazione siamo calati molto sotto diversi aspetti e abbiamo dimostrato di dover lavorare ancora molto”. Queste le parole del tecnico Gian Piero Ventura nel post-partita di Salernitana – Frosinone.

Il mister ha quindi concluso: “Mi piace definire stoico questo gruppo perché sta dando tutto. Oggi abbiamo pagato le tante partite ravvicinate giocate con gli stessi uomini. Ringrazio Karo per essere rimasto in campo nonostante i problemi fisici e ringrazio Firenze per aver giocato in un ruolo non suo per sopperire all’emergenza. Avevamo sei giocatori che non erano in grado di giocare ma hanno dato tutto. Faccio i complimenti ai ragazzi perché stanno facendo molto di più di quello che mi sarei aspettato. Non bisogna mai dimenticare chi siamo e da dove veniamo. Siamo sulla strada giusta. La squadra è cambiata completamente ed essere rammaricati per non essere in testa alla classifica al primo quarto di campionato è una cosa a cui all’inizio nessuno avrebbe mai creduto”.